II-VI Infrared Logo  



  Ottiche Laser CO2 / Separatori di fascio
Separatori di fascio
Beamsplitters
Beamsplitters: Custom reflectivities are available for beamsplitters. Contact a II-VI sales representative for more information.
I beam splitter vengono impiegati per riflettere parte del fascio incidente e trasmettere la rimanente parte. Nella maggior parte dei casi, il funzionamento dei beam splitter dipende dall’angolo, dalla lunghezza d’onda e dalla polarizzazione del fascio incidente.

I coating dei beam splitter sono molto sensibili alla polarizzazione. Infatti, se la polarizzazione della sorgente varia nel tempo (così come accade in sorgenti laser con polarizzazione casuale), anche la trasmissione del beam splitter varia.

Inoltre, a parità di angolo di incidenza, si verificano differenze significative in termini di trasmittanza e riflettività per stati con polarizzazione s o p. E’ fondamentale che la polarizzazione del laser venga specificata al momento della scelta del beam splitter.



I nostri beam splitter standard vengono realizzati con uno smusso da 6 a 10 arcmin. Questo smusso permette di ridurre significativamente le interferenze date dalle riflessioni sulla seconda superficie che potrebbero determinare cali di resa dell’oggetto stesso. Tutti i beam splitter di II-VI sono ottimizzati per minimizzare l’assorbimento e aumentare la soglia di danneggiamento.

Beamsplitter Alternativi

A causa dell’elevato numero di combinazioni tra percentuali di riflettività e stati di polarizzazione, II-VI non dispone di un magazzino fornito di Beam Splitter. Inoltre per la realizzazione di uno specifico beam splitter è necessaria una camera di coating dedicata, il cui costo viene generalmente addebitato.

In determinate situazioni è comunque possibile sostituire il beam splitter con un partial reflector standard, disegnato per funzionare ad un angolo di incidenza di 0°, utilizzandolo a 45° tenendo presente che né la prima superficie né la seconda con coating anti-riflesso sono disegnate per un utilizzo a 45°. Essendo oggetti standard il costo è inferiore rispetto al costo di un beam splitter realizzato a specifica, quindi il vantaggio economico potrebbe valer la pena a discapito della resa dell’oggetto.

I beamsplitter che lavorano a 45° sono caratterizzati da un valore minimo di wedge per eliminare l’insorgenza di effetti di interferenza. Quando si acquista un partial reflector a 0° per un uso a 45°  è essenziale che l’angolo di wedge sia da 6 a 10 arcmin. Inoltre, se richiesto in fase d’ordine,  vengono rilasciati i valori di riflettività per stati di polarizzazione s e p senza alcun ulteriore addebito.

   
 
Link to II-VI corporate website
 
Legal | Site Map